PAGINE


NEWS

FOTOGRAFIE SUBACQUEE

guarda le nuove foto scattate durante le nostre immersioni


INFO

Guarda cosa hanno combinato i nostri amici a bordo del Crater


Immersioni nell'Area Protetta di Portofino

Immersioni nel golfo del Portofino

Immersioni nel golfo del Tigullio


CONTATTI

MOHAWK DEER [MOHAWK DEER]



MOHAWK DEER


Scendiamo lungo la cima della boa con la parete alle nostre spalle su un fondale di mt.22.
Pinneggiando verso destra incontriamo l'imponente prua del relitto.
Questa nave da carico è affondata durante il traino per il suo disarmo nel 1974 ed ha urtato contro la parete della montagna spaccandosi in due grossi tronconi e numerosi detriti.
A prua, troviamo l'ancora a mt.22 ed esploriamo il grosso squarcio che è tana di gronghi e murene. Nella parte interna della prua (aperta) vi è l'argano e la catena dell'ancora attorno alla quale nuotano un banco di corvine e qualche cernia.
Percorriamo il relitto e arriviamo alla cabina di comando di fianco alla quale si erge un grosso argano.
Siamo ora intorno ai 30 mt e possiamo dare un'occhiata alle grandi stive sul lato destro del relitto.
Scorta d'aria e tempi di non decompressione pemettendo possiamo lasciare alla nostre spalle il relitto e ci dirigiamo verso il secondo troncone che giace sui 35 mt ed è molto ricco di vegetazione.
Risaliamo verso i detriti ad una quota di 12 mt dove possiamo scoprire tra le lamiere rifugi di polpi e murene.
A questo punto, raggiungiamo la catena della boa e iniziamo la risalita.

MOHAWK DEER


We descend along the buoy line with the wall at our backs onto a seabed at 22 meters.
Finning to the right we come across the imposing bow of the wreck.
This cargo boat sank while being towed in to be decommissioned in 1974, and struck the wall of the mountain, breaking into two large chunks and a great deal of debris.
At the prow, we find the anchor at 22 meters and explore the large gash that is now the den of conger and moray eels. Inside the bow (open) there is the winch and the anchor chain, around which swim a school of corvinas and a few groupers.
We travel along the wreck and reach the command cabin, alongside which rises a large winch. We are now at about 30 meters, and we can have a look at the large holds on the right side of the wreck.
If our air reserves and non-decompression times permit, we can leave the wreck behind and head toward the second section, which lies at 35 meters and is extremely rich in vegetation.
We reascend toward the debris at a depth of 12 meters, where we can explore the hideouts of octopuses and moray eels among the plates.
Then we return to the buoy chain and begin our ascent.